Ministero della pubblica amministrazione

logo


 

     Liceo Statale

    "PIERO CALAMANDREI"

     Napoli

 

La mission  del Liceo ”P. Calamandrei” è quella di offrire un sistema formativo in grado di soddisfare le aspettative culturali e le esigenze dei vari utenti, in un’ottica di innovazione e miglioramento continui.

Il percorso di studi ha il suo focus sul legame tra cultura scientifica e tradizione umanistica e nel perseguire questo intento si avvale di una metodologia didattica modulare e flessibile, adattabile alla mutevolezza delle situazioni e dei contesti  di apprendimento, funzionale alla didattica per competenze.

La progettazione didattico-educativa del Liceo “P. Calamandrei” è anche  espressione di un sistema di valori e di una concezione del sapere come veicolo di cittadinanza attiva, di attenzione e rispetto per un territorio ai margini della città, a cui si vogliono offrire le stesse opportunità di una scuola del centro.

La sintesi della nostra mission è ben rappresentata dal LOGO del LICEO, disegnato nel 2010 dall’architetto prof. Giuseppe Russo, nostro docente di Disegno e Storia dell’Arte, e subito adottato per la carta intestata del Liceo. Il professore Russo si era ispirato per l’ottagono alla struttura architettonica posta all’ingresso dell’Istituto di Via Maranda, 84, con  all’interno la pianta della volta stellare della Sala dei Baroni del Maschio Angioino. 

Nel 2019 la pianta della volta è stata sostituita  con il ritaglio di un’incisione  del 1689, pregevole antiporta de “Lo Tasso napoletano” di Gabriele Fasano. L’incisione  ha per sfondo Posillipo e il porto di Napoli  con l’antico faro; in primo piano c’è il fiume  Sebeto, alle cui spalle , in  posizione  arretrata, è una giovane figura femminile, e, in terzo piano, il cavallo rampante, simbolo del popolo napoletano fiero e indomito. In mare la Sirena Partenope bicaudata sorregge con la mano sinistra i lunghi capelli e con la destra accarezza due tritoni sul fiore dell’onda.

Sul fiume Sebeto si tramandavano vari miti eziologici; quello  qui rappresentato, forse di origine greca, riporta della lotta  tra Vesevo, figlio di Vulcano, e Sebeto, figlio della Sirena Partenope, che si contendevano la bellissima ninfa Leucopetra, figlia di Nettuno.  I due si scontravano sulla spiaggia, il primo sputando torrenti di fuoco, l’altro frantumando sassi e trascinandoli in mare. Quando, sfiniti  dalla battaglia, i due giganti  si riposavano, fioriva la vita su quello che era stato il loro campo di battaglia. Leucopetra, invece, impaurita dalla scommessa dei due contendenti che l’avrebbe posseduta chi per primo l’avesse toccata, si tuffò in mare, dove, annegata, fu  trasformata dal padre Nettuno nello scoglio di Pietra Bianca. 

L’incisione rimanda anche a luoghi precisi del territorio partenopeo:

il cavallo rampante è la città di Napoli, il fiume Sebeto indica la zona che da Volla e Casalnuovo scende, attraverso i Ponticelli e il Ponte della Maddalena, fino al mare; la Sirena bicaudata fino al 1925 era nello stemma di Barra, privilegio ottenuto fin dal XIV secolo e “Leucopetra” è il toponimo della località allora chiamata “Pietra Bianca”, una spiaggia magnifica sulle rive di Portici, famosa per la sua sabbia e gli scogli dal colore bianco, almeno fino al 1631.
L’eruzione del Vesuvio di quell’anno fece avanzare la costa della riva di Portici di diversi metri, trasformando la sabbia fine, chiara e delicata in una distesa di cenere e pietra nera, che ancora oggi caratterizza il litorale , e i napoletani cambiarono il nome della zona, nella più famosa “Pietrarsa”.

Nell’incisione sembrano riuniti i territori dell’attuale VI Municipalità di Napoli, luoghi dal passato illustre e carico di storia, su cui opera il Liceo Calamandrei e, pertanto riteniamo che assumerla a nostro simbolo equivalga ad esplicitare figurativamente la mission del nostro Liceo: la conoscenza profonda del passato come motivo di orgoglio e spinta verso il futuro per i nostri giovani.

torna alla pagina precedente

URP

Liceo Statale "P. CALAMANDREI"
Via Comunale Maranda 84 - 80147 - Napoli NA
Tel: +39 081 5962985-081 5964569
PEO: naps200008@istruzione.it
PEC: naps200008@pec.istruzione.it
Cod. Mecc: NAPS200008

Cod. Fisc.   80060650639
Fatt. Elett. UFNUUH

IBAN IT23D0514240330T21200000792

- Conto Tesoreria Unica 0314144 (riservato alle P.A.) 

Trovaci sulla mappa